there is no life b

Lo stupore delle prese elettriche

Attenti a chi vuol costruire l’uomo nuovo o la società nuova

| 0 commenti

Uomini nuovi, società nuove, razze pure. Il desiderio di ogni dittatore è quello di governare il mondo e le persone secondo i suoi desideri. Il pensiero che lo anima è quello di migliorare, cambiare, salvare il mondo. La convinzione è quella di farlo per il bene altrui. “Vi amo tutti,” urlava Erich Milke. Pol Pot, Mao, Hitler, Stalin, Mussolini, Hoenecker, Ceausescu, Isis, Khomeini, PeppeCrullo & Cacaleggio. Lo Stato etico. Tutti questi ce l’hanno in testa. Da soli non sono nessuno. Peccato che esistano sempre delle pecore belanti dietro a qualche leader dotato di sufficiente carisma e che fa leva sul desiderio di potere delle pecore stesse.
Chi propone nuovi modelli, abolire questo e quello, imporre i propri desideri segue lo stesso criterio illiberale e questo retropensiero è comune in tutta la politica italiana e anche nell’associazionismo. La democrazia dovrebbe consentire il bilanciamento degli interessi. La società è composta da interessi in conflitto e il mercato e la democrazia sono lo strumento migliore per bilanciarli.

Lascia un commento