Crea sito

there is no life b

Lo stupore delle prese elettriche

Bambini dalla fervida immaginazione

Il racconto di Eva.

C’era una volta una principessa che voleva sposare un principe, però il principe non voleva e raccontò la storia della principessa. Un assassino con gli occhi sporgenti e dei graffi sulla guancia a forma di banana e i capelli arancioni ammazzò tutti e due. Prese due coltelli da macellaio che si trovavano nella cucina dei due reali e mentre loro dormivano li ammazzò. Lui cadde dalla finestra dentro un pozzo e cominciò a chiedere aiuto, ma nessuno lo sentiva perché il pozzo era profondo.

Il racconto di Emanuele il Pazzo.

C’era una volta uno scienziato pazzo di nome Emanuele. Aveva inventato il modo di entrare dentro gli apparecchi elettrici e i computer. Un giorno premette un tasto ed entrò dentro un computer gigantesco che si trovava nella sua stanza. Dentro questo computer c’erano tante trappole e lui rimase intrappolato dentro una di queste. All’improvviso preme un tasto a caso che si trovava a portata di piede e questo generava un meccanismo che metteva in azione una catapulta che proiettò un sassolino sulle sue parti intime. Malgrado il dolore riuscì a liberarsi.

Il racconto di Veronica.

Gli occhi della principessa sparivano. Poi il principe faceva la pipì nel pozzo. Le streghe prendevano il principe e lo inchiodavano a un albero, ma anche il principe riuscì a liberarsi. Allora le streghe si arrabbiavano e volevano riprenderlo. Però anche la principessa non sapeva dove era andato e andò a cercarlo dalle streghe. Alla fine però fu il principe a ritrovarla

Non è possibile lasciare nuovi commenti.