there is no life b

Lo stupore delle prese elettriche

Dufer e Boldrin su ambiente, ricchezza, libertà e dintorni

| 0 commenti

Sbobinatura

BOLDRIN DUFER FFF

A parte che le manifestazioni non erano organizzate dai centri sociali. Erano anticapitaliste più che ambientaliste?

 

Non sopporta la distruzione dell’ambiente montano da seggiovie, bici elettriche, strade sempre più larghe, orde umane ecc.

 

Comunque

Se vogliamo ridurre drasticamente le emissioni dobbiamo cambiare stile di vita e pensiamo che sia assolutamente urgente.

Anche se vogliamo davvero minimizzare il nostro impatto sull’ambiente.

Siamo sette miliardi che stiamo per diventare nove. 

Certi spazi naturali mi piacciono naturali, compreso il giardino. Andare al mare con la gente che molla la plastica dappertutto (non c’entra col modello capitalistico ma col free riding, public goods) dà fastidio.

Gli esseri umani hanno diritto di diventare ricchi? Come fai a decidere qual è il numero ottimo di esseri umani?

Du fer. O crei le condizioni affinché i paesi ricchi trovino equilibrio smettendo di fare figli perché soddisfatti della loro vita. 

O fai il controllo autoritario delle nascite. 

Boldrin. Non ho criteri. Mia opinione che siamo quattro o cinque miliardi di troppo. Intere aree del mondo potremmo dedicarle a parchi. 

Du fer. Impatto su ambiente. Non puoi raggiungere impatto sostenibile imponendo delle regole di sostenibilità. Devi far sì che la gente si comporti in modo da proteggere il bene comune. 

Boldrin. Ci saranno nove miliardi di persone. Loro hanno il diritto di vivere, consumare, avere standard di vita come gli occidentali. 

1 Vuoi cambiare stile di vita o modello di sviluppo? Comincia tu. Non c’è la fabbrica cattiva che fa co2. Ti riscaldi, ti muovi in macchina, ti vesti, vai in discoteca. Viaggi col suv diesel e fai l’elettrico. 

2 La maniera con cui siamo riusciti a mantenere sette miliardi di persone senza distruggere il pianeta è stato il progresso tecnologico indotto dal cosiddetto modello di sviluppo. Poiché le risorse ambientali sono costose e sono scarse se tu riesci a far funzionare un meccanismo di mercato chi fa impresa o chi ha capacità di innovazione cerca di risparmiare. 

3 Esistono le esternalità negative. Teoria della crescita. Esternalità positive sono rarissime: si cerca di introiettarsele e prezzarle.

Le esternalità negative come la congestione e l’inquinamento le causiamo noi. Non c’è niente di male a tassarle. È politicamente poco popolare. Tasserei chi fa tanti figli. I figli sono un costo anche per gli altri. Educazione, inquinamento ecc. I sistemi fiscali del mondo sono l’opposto. Eliminare le agevolazioni alla natalità, compresi gli assegni familiari. Le politiche pro natalismo provengono dal sovranismo. 

 

Du fer. Più adozione e meno fecondazione assistita? 

Boldrin. Voglia di volere un figlio. Gli adottati a volte sono figli su commissione. 

 

I ragazzini che sguazzano nel modello di sviluppo e lo criticano. 

Andate in Africa a dire che devono morire di fame.

L’aspetto demografico è gran parte del problema ecologico.

Lo sviluppo industriale e scientifico e capacità di fare agricoltura ecc.ha creato la possibilità per la gente di vivere meglio, mangiare di più e fare più figli. Da fine Seicento nascono queste possibilità di sviluppo. Agli uomini queste cose devono essere piaciute. Se la gente voleva tornare alla pastorizia si sarebbe opposta alle fabbriche invece di andarci e sarebbe voluta tornare.

La rivoluzione verde ha aumentato la capacità di alimentarsi e quella medica di non morire. Questo è il problema ecologico. 

Dufer. La classe produttiva, imprenditoriale, industriale, non menziona l’ambiente. Perché? I temi ambientali sono temi di tipo produttivo. Per esempio facendo certi tipi di investimenti. Riconosce un profitto e allora fai interventi sull’ambiente. Quelle tecnologie spesso vengono osteggiate, come il nucleare o l’ogm. 

Boldrin. Per irrazionalità. Il nucleare trent’anni fa andava adottato. Invece le fobie alimentate dalla sinistra hanno impedito di usare nucleare. Chi lo usa sta bene e vende elettricità. Avremmo avuto meno co2. 

 

Che occasione persa è stata? L’occasione di avere Bressanini per parlare di ogm. I ragazzi non hanno idea che dove si coltiva ogm c’è un settimo di territorio occupato più di dove si coltiva agricoltura biologica. 

L’ecologico è ogm perché risparmi energia e territorio.

 

Associazione del gw a capitalismo e neoliberismo pesante e sbagliata. Nel mondo c’è ma meno. 

 

La confusione nel movimento ambientalista. Aspirano a sogni per la cui realizzazione occorrono tecnologia, sviluppo economico e razionalità. Ci sono sette miliardi di persone che vogliono vivere bene e alimentarsi. Le soluzionio che odiano perché innaturali sono le strade maestre per arrivarci.

Ci vogliono le tasse poi e le esternalità vanno tassate e prezzate ma farlo implica aumenti di costi per tutti. La tassa serve ad aumentare il prezzo. Le cose che inquinano vanno rese particolarmente costose. Nei consumi spontanei ci sono tante cose che inquinano tanto, allora per ridurlo bisogna ridurre pesantemente i consumi, quindi farli costare di più. Aumentare i prezzi.

 

I movimenti potrebbero essere ascoltati? Ormai sono quarant’anni. Nata dal riflusso post 68. Fallito il sogno della rivoluzione comunista sono diventati verdi come forma di rifiuto della fabbrica e della società industriale. Gente che andava in campagna.

 

Le politiche vere non sono molto dissimili da quelle di cui stiamo parlando. Nel mondo è diffuso il rifiuto del nucleare. Meno dell’ogm. 

 

Marco Cappato sta provando a fare qualcosa. In modo scientifico. E rispettando la libertà individuale. E in base ai fatti. Salvare l’ambiente e permettendo crescita economica e fare uscire dalla povertà. 

Le soluzioni non sono facili e la reazione popolare rischia di essere isterica. La sensibilità popolare vuole mettere un freno, che significa dare più potere a chi vuole decidere cosa fare della tua vita.

 

Voi siete troppi e io sono il numero giusto. Gli altri consumano troppo (i cinesi si accontentino) e noi invece consumiamo il giusto. Gli africani poi vengono qua e pretendono anche loro di consumare come noi. Quindi che si fa?

 

 

Lascia un commento