Crea sito

there is no life b

Lo stupore delle prese elettriche

Persone ansiose

PERSONE ANSIOSE
CASO A:

La figlia (Sbraito) è in vacanza al mare.
Tutte le sere sua madre la chiama.
Una sera se ne dimentica.
La figlia telefona, ma nessuno risponde.

E’ mezzanotte, la figlia fa centoventi chilometri per arrivare a casa della madre.

Sono le due di mattina quando la figlia suona a casa della madre, che sente suonare, si alza, vede la figlia e, saputo che è successo le fa: “Te sei grulla”.

CASO B:

Tutti i giorni il ragazzo della figlia chiama la figlia.
Stamani no. Allora la figlia chiama la madre (Sbraito) e le dice che quel ragazzo non le risponde (il telefonino suona libero).
La madre: “Per me c’è qualcosa di strano” e comincia ad agitarsi.
La figlia: “Se dici così fai agitare anche me”.
La madre: “Certo. Mica vorrai che sia agitata solo io”.
Il fatto che il ragazzo fosse a una riunione e avrebbe telefonato dopo è secondario.

CASO C:

La figlia (collega Cihaladoro) va in vacanza al mare con amici. Guida lei.
La madre la chiama al telefono, ma questo è in borsa e nessuno lo sente.
La madre inizia a preoccuparsi.
Al momento in cui la figlia prenderà il telefonino in mano risulteranno esserci state TRENTOTTO chiamate senza risposta.
In breve era successo che la madre:
aveva telefonato, appunto, trentotto volte alla figlia,
aveva telefonato al figlio, dicendogli di andare a vedere se risultava un incidente stradale. Naturalmente non credeva ai “no” del figlio. (“Mi stai nascondendo qualcosa”);
aveva telefonato alla polizia stradale per sapere se c’era stato un incidente e aveva chiuso dicendo: “Non mi volete dire la verità. C’è stato un incidente con mia figlia coinvolta”.
E una volta sentita la voce della figlia?
“TI è successo niente?”
“No, mi ero dimenticata di chiamarti, ho lasciato il telefonino nella borsa.”
“No. Per me ti è successo qualcosa. Dimmelo”:
“Non è successo niente, ti dico”:
“Non è vero. Dimmelo che è successo. C’è stato un incidente, vero? Dimmelo. DImmi che ti sei fatta male. Dimmelo che sei morta

Non è possibile lasciare nuovi commenti.