Crea sito

there is no life b

Ma scrivi un po' cosa ti pare

Puglia 2004. Terza parte.

26/07/2004

Due tipi da circo (uno con le mutande fuori e uno che sembrava la miniatura del conte Ugolino) sono venuti a disinfestarci la casa con il…. Baygon….. (NOOOOOOO, bravi.. la folla esulta per tale genialità!!! Nda) e mister muscolo (per il cessen! Nda)
Visto che in teoria uno doveva essere un idraulico , gli abbiamo mostrato i bagni, ma in pratica hanno detto che “non verranno” ad accomodare sciacquone e docce.
Dopo aver salutato i tipi loschi (idraulico e presunto figlio del proprietario) siamo partiti in direzione Santa Maria di Leuca, ma il tempo ha condizionato i nostri progetti perché non siamo riusciti ad approdare in nessuna spiaggia causa: URAGANO!!!!!!!!
(nnnnnnnnnnnnoooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!! Non sarà mica stato quel giorno in cui al tg dicevano che in Puglia e in particolare nel Salento e precisamente verso Gallipoli e microscopicamente su un pulmino stava venendo un nubifragio!?!?!?!? Pare che abbiano visto un gruppo di grulli che hanno voluto vedere affogare santa Maria di Leuca, Tricase, un ponte sospeso dove vendevano paste avariate… e pare che finalmente un mostro malota li abbia fatti fuori… Come mi dispiace…. nda) La comitiva (e chi li ammazza, nda) ha assaporato l’aria di Ciolo, dove c’è il famoso ponte, qui ci siamo perfino addentrati nella “montagna”; durante il percorso un altarino per la Madonna (non vuole essere un’imprecazione, ma in onore della… nda) c’ha un attimo intimorito perché il volto della suddetta era danneggiato volontariamente e così anche i lumini e i fiori. Marcello è entrato in un trullo per vedere cosa c’era dentro, ma purtroppo siamo rimasti tutti delusi, perché ci aspettavamo l’Orso Yoghi con il tè e i biscottini, invece niente!

Siamo scesi giù appena in tempo per evitare un bel temporale. (Mi toccherà licenziarla… non ha riportato la notizia essenziale… al tg avevano detto: stimmate ai piedi per un turista toscano… e lei non l’ha mensionato! Povero Marco! nda)
Così la nostra giornata è continuata in direzione Tricase Porto, ma causa acquazzone non siamo scesi. Per tornare verso casa abbiamo preso la litoranea dove c’erano dei laghi enormi d’acqua sulla strada. Una simpatica signora non appena ci ha visti in lontananza ha cominciato a correre, chissà perché? Forse non voleva essere infradiciata!!!
…adesso arriva il momento migliore: il rientro a casa e purtroppo l’armistizio (nnnoooo.. se sapevo così non mi ci mettevo neanche a scriverlo sto racconto…. Queste pore malotine mi rimanevano anche simpatiche!!! nda) con le piattole! Ma non è andata molto bene (la situazione si fa interessante! nda), bilancio 2 cadaveri in camera mia e di Elisa sotto il cassettone, una bestiaccia in cucina, 3 agonizzanti sul terrazzo, 2 nelle scatole del sudicio, 1 nel buco del gas… probabile covo…. E la malota s’impenna!!!!!! (forse quella era la lira… nda)
passiamo un po’ alle tradizioni, ogni anno puntualmente c’è una giornata di pioggia e noi cosa mangiamo? Il riso freddo!dopo cena una delle nostre “coinquiline” si è fatta viva: si trovava sul lavello e da lì e passata sul fornello! Purtroppo inizialmente è sfuggita, così Filippo, Marcello, Marco hanno spostato i mobili, il frigorifero, la cucina, ma la piattola è saltata sulle spalle di Marcello. A questo punto è stata freddata: “fottuta fu” (inizialmente credevo fosse stato fatto fuori Marcello… non sarebbe stato male! nda). Nel frattempo la signora di sotto stava sbraitando e urlando, perché sentiva i colpi sul pavimento e in più ci accusava di aver cantato tutto il pomeriggio (ecco perché pioveva!!! nda). Le abbiamo spiegato tutto dal terrazzo e poi si è invitata da sola su da noi.
È venuta su con un tenerissimo cane, anzi una cagnetta “Sissi” che stranamente simpatizzava anche per me (il cane era uno strano incrocio tra un pitmal e un altro tipo di cane originario della puglia… nda).
A parte qualche morsino che mi ha dato! La signora ci ha fatto schiantare dal ridere sia per il simpatico linguaggio, che per l’aspetto. Comunque ci ha ripetuto circa 100 volte di comprare il fritt (da noi si usava negli anni ’60. nda), le bestie erano malote con le ali. (non mi sembrava volassero! nda).
Il canino intanto ha tentato il suicidio: ha battuto una bella schienata sul pavimento mentre giocava e si è addirittura messo a piangere!
La signora in pratica non voleva più andare via, per fortuna il cane si è un po’ agitato e l’ha costretta ad andare.
La serata si è conclusa con una passeggiata nel centro di Gallipoli, dove abbiamo cercato invano le cartoline, ma niente…
Al ritorno abbiamo intrapreso un percorso un po’ più losco del solito: “non c’era un’anima” e vicino a casa nostra c’era una cara e simpatica piattola, no, una malota che passeggiava tranquilla sul marciapiede. Bhe, sono le 1:30…. Buonanotte!!!

27/07/2004

ALIMINI
Dopo aver ripetutamente sbagliato strada (strano!!!! Non vi era mai capitato!!! Ma la benzina chi ve la passa, lo stato? nda) siamo riusciti ad arrivare ad Alimini, una spiaggia molto particolare con la sabbia nera e il mare limpidissimo! Peccato che il tempo non era dalla nostra parte, così abbiamo preso un acquazzone, però non siamo scappati, “chi la dura la vince!”, ci siamo riparati sotto l’ombrellone e dopo un po’ è tornato il sole. Filippo è convinto: “non piove!”. Non so come, ma sono riuscita a fare anche la verticale, peccato che ero partita con l’intenzione di fare la capriola! (senti in che mani mi sono messa! nda)
Ma siccome la nuvola di Fantozzi ci perseguitava (ecco mi sembravate troppo fortunati!!! nda), è tornata a colpire e siamo stati costretti ad abbandonare la spiaggia. Ci siamo praticamente inzuppati d’acqua, sabbia e terra, però siamo arrivati sani e salvi al pulmino…. E questo non è poco!
A casa ci aspettava una sorpresa: UNA SOLA MALOTA (che delusione…. nda)!!! Ma che malota!!! Marco e Filippo l’hanno circondata e dopo un “miliardo” di colpi è morta! Una, ma tosta! Per festeggiare la vacanza, a cena ci siamo sbizzarriti con le “recchiette alle cim d’rap”, vino (eccoci all’acqua…. nda), vodka (ahi…. Qui la situazione si fa dura… nda) alla fragola e panna. Ma non solo… cocomero, viennetta, insalata, formaggi, burrata (che inspiegabilmente faceva schifo!!!! nda)! Io ero un po’ arzilla (non ne avevo dubbi… ma scommetto che eri in buona compagnia! Nda), ma anche gli altri non erano per niente tristi (come volevasi dimostrare. nda) così s’è cantato le nostre canzoncine di rito: “chi è nato di Gennaio…” io, Clara e Riccardo s’è interpretato la battaglia di Magenta e per finire in bellezza s’è scritto la canzone per questa vacanza!

Partirono in nove per andare in vacanza
Andarono in Salento e c’era tanto vento!
Presero anche l’acqua e bevvero la grappa.
Mangiarono un panino che non piaceva a Martino.
Martino: “non mi piace”, lo mangio alla brace, la brace è troppo calda, mi casca la mutanda.
Fumiamoci un cannarozzo, attento che ora strozzo.
Riccardo ce l’ha barzotto e se ne farebbe otto.
Riccardo è esagerato, mi sembra un po’ tarato!!!
Nardino è nel letto e pensa a quel baretto , c’è una ragazza che lo impazza!!!
Poi c’è Elisa che non si abbronza mica, ma una piattola nella sua roba non è poca cosa.
Marcello ha preso il vino, speriamo ce ne lasci un pochino! Poi fa anche il nocino, Elisa gli dà un bacino!!!
Elisabetta s’è arrabbiata perché Marco l’ha sbroccato, un tetta le ha toccato e una botta s’è beccato!
Filippo in spiaggettta s’è mangiato la meletta e se il sole non è arrivato, Filippo s’è arrabbiato.
La cronaca è finita ma noi siamo sempre in gita,
‘ste rime un po’ screanzate da noi son create, Clara e Monica insieme sono una coppia di iene, se hanno un’occasione scrivono una canzone…
La malota la un n’è uscita e la canzone l’è belle che finita!!!!!

Ah! Stavo per dimenticarmi il confessionale della grande sorella… la telecamera ha ripreso tutto… (compresa l’ultima stimmate di marco… sul naso… hi hi hi!!!! nda).
(Da ricordare inoltre che in questa vacanza ha preso campo una canzoncina di moda alcuni anni fa, “tichidi” dei Fichi d’India… E’ stata adattata ad ogni situazione!!! nda)
Per concludere bene la serata siccome tutti erano andati a letto, anche io e Riccardo che non avevamo per niente sonno ci siamo rassegnati. Solo che Riccardo voleva per forza dormire o nel letto di Elisa o in mezzo ai due letti, Nardino nel frattempo si era sbracato su i mi lettino (ti pareva che quello perdeva l’occasione bona per star fermo!!! nda) per cui sono passata alle maniere forti: “ho preso i’ fritte” e li ho cacciati dalla nostra camera.
Sono circa le 2:15…. Notte!!!!

Non è possibile lasciare nuovi commenti.