there is no life b

Lo stupore delle prese elettriche

Rant contro gli elettori italiani degli ultimi cinquanta anni

| 0 commenti

Vi vedete in difficoltà?

Avreste dovuto sbavare meno dietro o davanti ai vostri amati politici di merda, 

affidarvi  meno e chiedere niente al vostro amato Stato di merda.

Avreste dovuto smettere di credere alle stronzate che politici di merda, loro consiglieri e giornalisti ignoranti e servi in cerca di nuovi padroni vi hanno fatto bere. 

Avreste dovuto smettere di credere che i vostri problemi fossero causati da capri espiatori inventati da quelle persone di merda di cui sopra.

Avreste dovuto esservi dati da fare da voi.

Oppure avreste dovuto ammazzarvi. 

Magari prima di andare a votare. 

Che poi nei palazzi del potere o lì vicino avete infilato questi qua.

Invece no. Perché voi, cari italiani in maggioranza, siete complici del declino, da cinquant’anni.

A me se la maggioranza di merda degli italiani di merda finisce a rovistare nei cassonetti e muore male non me ne fotte un accidente. 

Mi frega per gli altri, per chi non è complice, per chi vuole continuare a vivere bene, per chi si impegna per migliorare la propria vita e per quelle poche persone a cui voglio bene. 

Il problema è che il disastro che stanno progettando i dementi al potere (ma sarebbero d’accordo molti dementi delle opposizioni) a colpi di spesa pubblica, statalismo, nazionalizzazioni, deficit, parassitismo e tutto quello che ha già causato il declino da cinquant’anni a oggi, non farà distinzioni. Sotto le macerie ci finiranno anche gli innocenti. 

Se davvero accade l’incidente con l’Unione Europea, dato che ormai è tardi per emigrare, cosa dovrei organizzare nei confronti di voi, maggioranza di merda? 

Ora se questi dementi al potere fanno quello che promettono tra incidenti con l’UE, spesa parassitaria in deficit, nazionalizzazioni di staminchia e l’Italia comincia a somigliare al Venezuela, a me frega solo per quelli che non sono complici di tale mentalità.

Lascia un commento