Crea sito

there is no life b

Ma scrivi un po' cosa ti pare

Due settimane di trionfi per lo sport italiano

Diceva Velasco che lo sport deve insegnare a saper perdere. Allora inizierò questa rassegna con la sconfitta della squadra di spada femminile. Le ragazze non andranno a Rio, come squadra. Ci andranno, invece, le sciaboliste e il solito intramontabile Aldo Montano.
Rio è ancora lontana nel tempo, ma intanto ci sono stati dei successi storici in queste ultime settimane per lo sport italiano. Tutti mostrano le qualità migliori degli sportivi, in questo caso italiani: gente che quando deve solo ottenere risultati senza barare e senza poter fare la vittima contro il mondo intero si dà da fare, si allena, affronta le difficoltà e se le cose vanno bene riesce a compiere imprese anche grandiose.

Nadia Fanchini non riesce nemmeno a salire le scale con agilità per colpa degli infortuni, ma se ne sbatte quando scende in pista e riesce a superare sua maestà Lindsey Vonn nella discesa di La Thuile, che la vede così vincente nello stesso giorno in cui Dominik Paris trionfa a Chamonix. Doppiette che ricordano i tempi di Tomba e Compagnoni. Il bronzo della Merighetti fa parlare di valanga rosa. Buona prova delle altre azzurre, confermata anche nel supergigante di domenica, con Federica Brignone ottima sesta. Tra i maschi potrebbe verificarsi un ulteriore evento storico: la vittoria della coppa di discesa, non riuscita a Plank, Mair, Ghedina. Potrebbe farcela Peter Fill, quest’anno vincitore a Kitzbuehel.
E’ un buon momento per tutti gli sport invernali italiani, dalla Wieber a Pellegrino allo slittino. Peccato che quest’anno non ci siano né i mondiali né le olimpiadi invernali.
Dalla neve all’acqua. Dal Monte Bianco a Rio de Janeiro. Tanti azzurri hanno cercato di qualificarsi per le Olimpiadi nella prova di coppa del mondo di tuffi in Brasile. Se può non sorprendere la qualificazione nei tre metri sincro donne della coppia Cagnotto – Dallapé, l’impresa l’hanno compiuta Chiarabini e Tocci, visto che dai tre metri dal trampolino i maschi italiani non si qualificavano dal duemila. Anche la qualificazione delle ragazze non va sottovalutata, comunque. I rischi di vento forte e fulmini hanno fatto accelerare la gara, aggiungendo stress a stress. Ci hanno rimesso le americane, argento olimpico in carica. Lunedì 22 è giunta anche la notizia che Maria Marconi, sesta nel trampolino da tre metri, si è pure lei qualificata per Rio. Per la cronaca la gara è stata vinta da Tania, che si è piazzata davanti alle cinesi e alla canadese Abel, lo spauracchio che soffre di tenuta mentale quando conta.
Torniamo sulla terra e parliamo di tennis. Non era mai successo che tre tenniste italiane vincessero tre tornei in quindici giorni. Prima del 2009 non era successo nemmeno che ci fossero state donne azzurre nella top 10 e che avessero vinto uno slam. Poi abbiamo avuto le vittorie della Schiavone al Roland Garros, la vittoria della Pennetta agli US Open, i trionfi della coppia Errani – Vinci in tutti gli slam, le finali a Parigi della Errani e a New York della Vinci, i grandi successi in Fed Cup. In un colpo solo, anzi in due sole settimane, Roberta Vinci ha vinto il torneo di San Pietroburgo, Sara Errani quello, prestigioso, di Dubai, Francesca Schiavone quello di Rio. Grazie a questi risultati la Vinci è finalmente entrata nella top 10 e la Errani, che a suo tempo è stata numero cinque, è tornata nelle top 20. Così tutte e quattro le tenniste della generazione d’oro sono state top 10. Il futuro non sembra roseo per il tennis femminile, e l’ultima sconfitta in Fed Cup contro la Francia, lo ha dimostrato, ma godiamoci quello che abbiamo avuto in dote. Anche queste ragazze hanno lottato contro mille difficoltà, senza lamenti o complottismi, e le hanno superate coniugando i loro talenti con una mentalità da campionesse.
Chiudiamo questa carrellata con il record italiano di salto in alto di Tamberi. Lui aspira alla medaglia a Rio. Staremo a vedere. Hanno ancora da passare molti mesi e speriamo che siano prodighi di successi per lo sport italiano.

Non è possibile lasciare nuovi commenti.