there is no life b

Lo stupore delle prese elettriche

verso la terza rivoluzione riccardiana

Oggi è il 2 aprile 2022 e sta nevicando, qua a Stia.

Ieri c’erano 25 gradi. In pratica siamo passati dall’estate all’inverno in un giorno di primavera, per colpa di una rodanata.

Martedì scorso ho preso una incriccata alla schiena e convivo da quel giorno lì col mal di schiena.

Penso molto al fatto che i giorni che ho da vivere saranno probabilmente meno di quelli che ho vissuto. “Tardi sulla palla” è un libro che. calza a pennello per questi pensieri.

Ho anche fatto due viaggi a Roma e ne ho in programma un terzo. Sono accaduti tanti eventi sportivi da raccontare e presto tornerò agli Assoluti.

La vita è bella ma mi mancano le attività che svolgevo nel decennio d’oro (2009-2018) e soprattutto mancano le persone che ho conosciuto in quel periodo e il fatto che non conosca più persone nuove.

Da adesso a domani sera mi metto a scrivere qualsiasi cosa faccia o pensi e pubblico qualsiasi cosa trovi in note, libri, vecchi post mai scritti. Così per passare due giorni in modo diverso e inondare di post il blog.

Senza una meta, senza uno scopo.

In attesa di ricostruire una terza rivoluzione riccardiana, dopo quelle del 1994 e del 2009.

 

Non è possibile lasciare nuovi commenti.